Yoga Alliance Divisione Italia
Yoga Alliance Registro Internazionale Insegnanti e Scuole Yoga

HOME | CONTATTI | FacebookYoga Alliance Italia Instagram

Yoga Alliance Global  Yoga Alliance European Registry  Yoga Alliance Australia  Registry Yoga Alliance New Zealand Registry

Yoga Alliance nel mondo

La struttura internazionale delle organizzazioni di Yoga Alliance nel mondo è particolarmente estesa e complessa. La prima Yoga Alliance formalmente “Ad Hoc Yoga Alliance”, venne creata nel 1999 negli Stati Uniti per seguire esclusivamente il mercato delle iscrizioni degli insegnanti di yoga locali e per l’accreditamento delle scuole di formazione negli USA.

A causa dell’assenza di altre organizzazioni di yoga nel mondo, nel corso degli anni Yoga Alliance (USA) si è ritrovata, suo malgrado, ad essere un punto di riferimento per la comunità non solo degli Stati Uniti. Fino all’arrivo tra il 2004 e 2013 di altre Yoga Alliance.

1999 - 2013 altre indipendenti Yoga Alliance

Nel periodo 1999 -2013 ex-membri e affiliati del primo direttivo “Ad Hoc Yoga Alliance USA”, e vari gruppi di famosi e rispettati insegnanti di yoga, creano indipendenti “Yoga Alliance” in vari paesi del mondo, quali: la Canadian Yoga Alliance (Canada), Yoga Alliance UK/Professionals (UK) e il Gruppo Societario Yoga Alliance con sede a Sydney (Australia), Nuova Zelanda e nel Regno Unito che controlla: Yoga Alliance (Divisione Italia), Yoga Alliance International Division, Yoga Alliance International Division New Zealand, Yoga Alliance European Registry

Le organizzazioni sopra elencate (ivi inclusa anche Yoga Alliance USA) sono organismi autoregolamentati, ufficialmente riconosciuti dalla comunità di yoga mondiale, dalle compagnie di assicurazioni e dai datori di lavoro, per aver contribuito all’introduzione e ai cambiamenti a livello globale degli standard professionali per i corsi di formazione degli insegnanti di yoga. Ogni Yoga Alliance è retta da un Comitato di Rappresentanza indipendente e sono invero entità legalmente separate tra di loro (benché alcune abbiano rapporti e legami sia professionali sia personali).


Assenza di un organismo governativo universale per lo yoga

In nessun paese al mondo esistono oggi organizzazioni governative o paragovernative di yoga. È anche importante tenere presente che non sono mai stati stabiliti da leggi nazionali di nessun paese al mondo, e/o da accordi internazionali, dei veri e propri standard professionali per i corsi di formazione e di insegnamento in materia di discipline di yoga.

Yoga Alliance ritiene di dover prendere le distanze dalle organizzazioni/gruppi di yoga che dichiarano pubblicamente tramite i propri siti internet e le pagine sui "social" di essere “Riconosciute dal Governo del paese dove sono state costituite", quando in realtà sono semplicemente delle società private (a scopo di lucro o meno) registrate presso le autorità del paese di appartenenza (circostanza ben diversa dall'essere riconosciuti e/o controllati da altri enti certificatori governativi).

Lo yoga è patrimonio dell’umanità e come tale non può essere monopolio di organismi governativi.


Chi ha veramente definito gli standard minimi per i corsi di formazione di yoga?

Con il successo dello yoga in tutto il mondo, alcune organizzazioni Yoga Alliance si “autodefiniscono” i creatori degli standard formativi professionali, nel tentativo di affermare la propria posizione nel mercato globale.

È importante chiarire che queste “arbitrarie definizioni” non trovano alcun riscontro attendibile, trattandosi in realtà solamente di chiare e aggressive strategie di mercato. Queste tattiche vengono pensate a tavolino con l’intento di generare profitti e discreditare i competitori, che preferiscono attenersi alle regole di comportamento e di stile di vita: Yama e Niyama.

Nella “giungla” dell’industria non regolata dello yoga, Yoga Alliance (USA) dichiara sul proprio sito che nel 1999, il direttivo dell’allora “Ad Hoc Yoga Alliance”, propose una piattaforma comune di identificazione per i profili professionali, titoli e percorsi formativi (Standard Professionali RYS 200 ore), in relazione alle posizioni degli insegnanti di yoga e delle scuole di formazione.

Dichiarazioni identiche provengono da organizzazioni Yoga Alliance stabilite in India, Sud America e Asia. In realtà non esistono evidenze di alcun tipo in supporto di tali dichiarazioni, in quanto in verità gli standard minimi di 200 ore furono introdotti nel 1987 dalla “International Yoga Federation” (IYF) www.internationalyogafederation.net durante la presidenza onoraria di Indra Devi. Le idee di base e il concetto furono successivamente adottate da altre organizzazioni di yoga.


L’utopia Yoga Alliance (USA)

L’assenza di legislazioni, o norme giuridiche che regolano lo yoga nel mondo, ha dato inizio ad un’utopia collettiva tra alcune comunità internazionali di yoga che non trova riscontro nella realtà.

Queste comunità (fortunatamente una minoranza) sono convinte che Yoga Alliance (USA) sia l’ “unica” organizzazione al mondo riconosciuta per l’accreditamento dei professionisti dello yoga e di scuole di yoga, oltre ad essere un’associazione riconosciuta dal governo.

Per tali comunità, non essere iscritti all’albo di Yoga Alliance (USA) significa non essere abilitati all’insegnamento. Inoltre, ciò ostacolerebbe la richiesta di una copertura assicurativa e, in casi estremi, il fatto di non poter esercitare la professione in altri paesi o addirittura nel paese di residenza.

Tale convinzione è una credenza collettiva e limitante che promuove un messaggio negativo, falso, deviante e puramente arbitrario.

Ci sono poi persone impreparate, e con argomenti spesso polemici, che per confondere ulteriormente le migliaia di consumatori, divulgano informazioni non corrette sulle pagine di siti e social networks. Si dice che alcune tra le più rinomate Yoga Alliance “copino” Yoga Alliance (USA), oltre al fatto di essersi "indebitamente appropriati" del marchio: “Yoga Alliance”. Tali affermazioni la cui fonte risale a soci registrati presso Yoga Alliance (USA) sono completamente false, usate a sproposito o in maniera ambigua, allo scopo di creare immagini e aspettative ingiustificate nell’utenza. Questo metodo di “asserzione”, della “supposizione” e della “condanna”, inteso come fenomeno della "tuttologia" per tutti coloro che discutono su qualcosa di cui non sanno nulla, semplicemente mira ad attirare l’attenzione su di sé, con una compulsiva tendenza al sensazionalismo.

C'è un solo bene: il Sapere. E un solo male: l'Ignoranza (Socrate).


La Rapida crescita di alcune Yoga Alliance nel mondo

Diffidare da soggetti mitomani

Tra le "Yoga Alliance" stabilite in vari paesi del mondo (escluse quelle citate in questa pagina), purtroppo alcune sono gestite da operatori senza scrupoli che affermano che la loro “Yoga Alliance”, e gli standard professionali da essa implementati, sono riconosciuti dalle autorità governative locali. Inoltre, gli stessi operatori dichiarano un numero non reale di soci aderenti, affermazioni mirate ad attrarre l’attenzione dei consumatori.

In realtà, le Yoga Alliance che operano sul mercato con onestà, trasparenza, chiarezza e integrità, diversamente da altri soggetti presenti sul marcato, continuano a fornire un valore eccezionale alla comunità mondiale dello yoga!

Risorse



© 2011-2021 Yoga Alliance®  - Tutti i Diritti Riservati